23 Maggio: l'Italia ricorda il sacrificio di Giovanni Falcone

Erano le 17:58 del 23 Maggio 1992, quando un'esplosione lungo l’Autostrada Palermo – Punta Raisi, investì l’auto sulla quale viaggiavano il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e le altre due auto con gli agenti di scorta. Rimasero immediatamente uccisi gli agenti, Vito Schifani, Rocco Dicillo ed Antonio Montinaro, il giudice Falcone e la moglie moriranno poco dopo in ospedale. L’attentato dinamitardo dava inizio alla rappresaglia di Cosa Nostra contro lo Stato. Uno Stato che aveva negli anni precedenti dichiarato guerra alla mafia.

Sono passati 24 anni da quel giorno, oggi l’Italia intera è tornata a commemorare tutti coloro che hanno speso la propria vita per la legalità.

La cerimonia principale di commemorazione della strage di Capaci si è svolta nel carcere Ucciardone di Palermo. Erano presenti, il ministro della giustizia Andrea Orlando, il presidente dell'antimafia Rosi Bindi, il capo della Direzione Nazionale Antimafia Franco Roberti, il ministro dell'istruzione Stefania Giannini, il capo della Polizia Franco Gabrielli e la sorella del giudice Maria Falcone. Inoltre erano presenti 800 studenti provenienti da tutta Italia.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy